[CICLISMO] Lorena Zocca, una vita in sella sulla bicicletta – Altri Sport – Noi Italiani Forum

Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forum

[CICLISMO] Lorena Z...
 
Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

[CICLISMO] Lorena Zocca, una vita in sella sulla bicicletta


Domenico Tropeano
(@domenicot)
Membro Admin
Registrato: 1 anno fa
Post: 480
Topic starter  

https://bussolengo.italiani.it/lorena-zocca-una-vita-in-sella-sulla-bicicletta/

Passione, ma grande forza di volontà ed entusiasmo. Possiamo riassumere così il percorso di Lorena Zocca, bussolenghese che, in sella alla sua bici ha raggiunto grandi traguardi. Da sempre amante dello sport, ha iniziato a praticare sport giovanissima all’età di 12 anni nell’atletica Bussolengo come specialista di mezzofondo. La vita di Lorena è scandita da quella lavorativa che viene intervallata da allenamenti e gare. Nella vita di tutti i giorni, lavora come addetta all’ufficio commerciale estero presso un’azienda del settore lapideo in Valpolicella. Lasciamo però la parola a Lorena che ci racconta qualcosa di sé.

Intervista a Lorena Zocca

Lorena Zocca durante una gara

Lorena Zocca durante una gara

Ciao Lorena, innanzitutto ti ringrazio per questa intervista e benvenuta su itBussolengo. Ti facciamo i complimenti per gli obiettivi raggiunti, in particolare per la vittoria al Cortina Trophy. Ci racconti com’è è nata la passione e come hai iniziato? 

La vittoria al Cortina Trophy è l’ultima in ordine di tempo che sono riuscita ad aggiudicarmi. Devo dire che è stato particolarmente emozionante tagliare il traguardo per prima in uno degli scenari naturalistici più suggestivi che il nostro fantastico territorio veneto offre. La mia passione per la Mountain Bike è legata proprio al nome della disciplina. La montagna, un’immersione totale nella natura, l’aria aperta ed il senso di libertà che provo ogni volta che inforco la mia bici.

L’inizio è avvenuto quasi per caso, all’età di 18 anni. Praticavo atletica leggera nella squadra del Bussolengo già dai tempi delle scuole medie, quando in un periodo di stop forzato a causa di una microfrattura alla caviglia, il medico mi consigliò delle uscite in bici per mantenere la condizione finché non fossi guarita. Da lì è scoccata la fatidica “scintilla”. In breve tempo sono passata alle prime gare con buoni risultati fin da subito e non ho più smesso.

La gara che Lorena Zocca porta nel cuore

In salita

in salita

Da quanti anni gareggi? Hai il ricordo di qualche gara che porti nel cuore? 

Gareggio ormai dal 2000. Sinceramente ho perso il conto delle gare a cui ho partecipato, ma se devo individuarne una alla quale resto particolarmente legata con emozione, direi senza dubbio il Campionato Mondiale Master 2017 corso nel Principato di Andorra.  Un contesto unico, sulle vette dei Pirenei al confine tra Francia e Spagna ad oltre 2000 metri di altitudine. Una gara dura sotto il profilo atletico e tecnicamente molto impegnativa, alla quale però mi sono preparata puntigliosamente, riuscendo a portare a casa la tanto sognata la maglia iridata.

Cosa significa salire sulla bicicletta

Per te andare in bicicletta cosa significa? 

Come dicevo prima per me la bici significa senso di libertà, contatto con la natura che amo tantissimo, fuga dalla frenesia quotidiana, senso di benessere. Allo stesso tempo però richiede tantissimo impegno, costanza e sacrificio. La bici praticata a livello agonistico non è uno sport “facile” ma di fatica e richiede un intenso sforzo fisico. C’è la necessità poi di ritagliarsi il  tempo da dedicare agli allenamenti, “incastrandoli” letteralmente tra tutti gli impegni della vita quotidiana, in primis quello del lavoro a tempo pieno. Il tempo libero in pratica non esiste, perché sia i fine settimana che i canonici periodi di vacanza vengono necessariamente dedicati   alla preparazione fisica, sia in bici che a secco, alle gare ed alle trasferte.

Le difficoltà durante il lockdown

Una curiosità: da atleta come hai vissuto il periodo del Lockdown? 

Nel periodo del Lockdown purtroppo tutta la preparazione fatta fino a quel momento in vista degli appuntamenti programmati ha subito una brusca battuta di arresto, così come per tutti gli altri sportivi. Mi è pesata tantissimo l’impossibilità di potermi allenare all’aperto per così lungo tempo, ma ho cercato di non perdere la motivazione pur non sapendo per quanto tempo la situazione sarebbe durata.

Ho continuato ad allenarmi sfruttando, anche con un po’ di testardaggine e fantasia, tutte le risorse che i confini di casa potevano offrire. Posso però dire che la mia caparbietà è stata premiata, dal momento che alla riapertura delle competizioni, necessariamente rimandate a fine stagione, sono riuscita a conquistare la mia 9° maglia tricolore in carriera, nonostante un infortunio abbastanza grave occorsomi solo una settimana prima dell’appuntamento tricolore.

Le prossime gare di Lorena Zocca

primo piano di Lorena Zocca

primo piano di Lorena Zocca

Ci anticipi quali saranno le prossime gare alle quali parteciperai? Quali obiettivi vorrai raggiungere? 

A questo punto della stagione ci sono vari appuntamenti importanti a cui ho cercato finora di prepararmi al meglio: in ordine di tempo si disputeranno il Campionato Europeo XC in Serbia ed il Campionato Mondiale XC in Francia a Metà Agosto, per poi passare a Settembre con  Campionato Italiano e Mondiale Marathon.


   
Citazione
Tag argomenti
Condividi: