[itLameziaTerme] Stella Michelin per gli chef calabresi Luigi Lepore e Antonio Biafora – Notizie dagli it – Noi Italiani Forum

Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forum

[itLameziaTerme] St...
 
Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

[itLameziaTerme] Stella Michelin per gli chef calabresi Luigi Lepore e Antonio Biafora


Domenico Tropeano
(@domenicot)
Membro Admin
Registrato: 1 anno fa
Post: 480
Topic starter  

https://lameziaterme.italiani.it/scopricitta/stella-michelin-per-gli-chef-calabresi-luigi-lepore-e-antonio-biafora/

Gli chef calabresi Luigi Lepore e Antonio Biafora hanno conquistato l’ambita Stella Michelin. La 67ma edizione della consegna delle stelle ha riservato diverse sorprese nel numero dei riconoscimenti. Infatti, nel 50 per cento dei casi, ha visto premiare chef con meno di 35 anni. Lungo tutto lo Stivale sono stati individuati nuovi poli gastronomici, dalla Campania a Venezia, da Genova a Porto San Giorgio, fino in Calabria con l’assegnazione delle due nuove stelle.

Stella michelin 

Stella Michelin per Luigi Lepore di Lamezia

Lepore è titolare di un raffinato ristorante nel centro storico di Lamezia, nel cuore della Calabria. Nato nel 1980, nei primi anni della sua carriera ha scelto di fare esperienza fuori regione poi, qualche anno fa, ha gestito l’agriturismo Calabrialcubo a Nocera Terinese, antico borgo dell’hinterland lametino. In un contesto naturalistico unico e suggestivo, la cucina dello chef Lepore si è subito distinta per l’eleganza e la ricercatezza delle pietanze.

Lepore Luigi 
Luigi Lepore

Dopo Nocera, Lepore è rientrato a Lamezia dove ha aperto il ristorante che porta il suo stesso nome. Una conferma di fine dining per il giovane chef che continua a esprimere grande talento culinario per creare gustose contaminazioni tra l’antica tradizione del territorio e l’innovazione voluta dalla moderna gastronomia. Luigi Lepore ristorante in via De Medici nell’antico quartiere di Nicastro già da tempo si era ritagliato un posto speciale tra i punti gourmet della regione. La stella Michelin non fa che consacrare il successo ottenuto negli anni.

Antonio Biafora, chef stellato di San Giovanni in Fiore

L’altro chef che ha conquistato la Stella Michelin per la Guida 2022 è Antonio Biafora, 36 anni, titolare di Hyle a San Giovanni in Fiore. Hyle deriva da un termine utilizzato dal filosofo Aristotele per parlare di ‘materia’; dunque una parola usata già nell’antichità per indicare l’altopiano silano.

Biafora Hyle 
Antonio Biafora

I piatti ricercati dello chef silano sono una narrazione completa che racconta il territorio, le materie prime, la fatica e l’arte di chi le produce. Un’arte culinaria che naturalmente non dimentica un altro importante aspetto del nostro comparto agroalimentare: l’allevamento tra i nostri monti e le nostre magnifiche vallate. Recentemente premiato nella XV edizione della Guida Identità Golose, Biafora è felice ed orgoglioso di aver creato tra i monti silani una vera e propria catena di sostenibilità. Una filiera eno-gastronomica e non solo perché la buona cucina produce sana economia e crea ricchezza socio-culturale.


   
Citazione
Condividi: