[STORIE] Intervista a Nils Astrologo, fotografo e video maker con un sogno nel cassetto – Storie – Noi Italiani Forum

Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forum

[STORIE] Intervista...
 
Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

[STORIE] Intervista a Nils Astrologo, fotografo e video maker con un sogno nel cassetto


Domenico Tropeano
(@domenicot)
Membro Admin
Registrato: 1 anno fa
Post: 480
Topic starter  

https://www.italiani.it/intervista-a-nils-astrologo-fotografo-e-video-maker-con-un-sogno-nel-cassetto/

Abbiamo rivolto qualche domanda al fotografo e video maker Nils Astrologo. Abbiamo conosciuto un uomo di grande talento che fin da piccolo ha avuto la passione della fotografia. Il suo è un percorso interessante in cui la passione per l’arte della fotografia si interseca con lo sport, l’amicizia, la musica e anche con i suoi studi di biologia…

Quando e come ha scoperto la passione per la fotografia e i video?

Bella domanda! Fin da bambino sono sempre stato affascinato dal funzionamento degli oggetti meccanici, tra questi la macchina fotografica a pellicola di mio padre. All’epoca era un oggetto proibito per le mie grinfie maldestre. Capitava che qualche volta la prendessi di nascosto per giocarci. Tenevo aperto il retro della camera avvicinandola al viso, caricavo e scattavo una foto senza rullino. In una frazione di secondo la tendina si apriva e la luce l’attraversava. Ero stupito di come in quell’istante la luce potesse essere sufficiente a produrre un’immagine. Prima che potessi iniziare ad usarla realmente i ladri vennero a casa e la portarono via ma la passione per quel tipo di strumenti si era radicata nel mio subconscio.

Durante il liceo scientifico sport come i pattini in linea, il surf e lo snowboard mi avvicinarono nuovamente alla fotografia ed ai video. Oramai era tutto digitale e forse meno affascinante, ma per documentare i viaggi con i miei amici una piccola camera in mano ed un computer erano più che sufficienti a produrre i nostri report foto e video.

Nils Astrologo mentre cavalca le onde 

Le onde francesi e le montagne erano il teatro delle nostre produzioni. YouTube non era ancora una realtà affermata e spesso i video non li caricavamo neanche su internet ma venivano masterizzati su dvd per le proiezioni casalinghe a fine viaggio. Ho continuato così per qualche anno fino all’università, avevo scelto Biologia. Al secondo anno sono partito senza programmi per l’Australia per migliorare il mio surf e fare un’esperienza. Quando sono tornato a 24 anni in Italia non sapevo più cosa fare. I miei compagni di surfate mi coinvolsero in un progetto musicale di serate in discoteca, lo chiamammo “surfdisco”, musica elettronica spesso accompagnata a proiezioni di video di surf autoprodotti. Gli stessi video e foto erano fondamentali per la promozione degli eventi, feci quindi la mia gavetta lavorando sui video promo ed ogni tanto conoscevo gente alle feste che mi commissionava piccoli lavori. È andata così per tre anni fino a quando io ed i miei amici ci siamo separati, uno è scappato in Australia l’altro in Indonesia. Io son rimasto ed è arrivata la tecnologia dei droni. La novità mi ha preso subito e nel 2014 ho acquistato il primo drone. Con quello ho fatto delle riprese su Roma, mio fratello Oliver anche lui con la passione per i video intanto aveva aperto un canale Vimeo sui viaggi. Abbiamo unito le forze ed il nostro video ha riscosso un notevole successo. Da lì non ci siamo più fermati.

Cosa ispira la sua creatività da fotografo e videografo?

Direi che la mia creatività non si sviluppa nel voler eseguire lo scatto o il video perfetto, ma è solo il risultato naturale della mia voglia di espandere i confini nelle esperienze della vita.

Nils Astrologo con il suo drone 

Foto, video e l’uso dei droni sono strumenti attraverso i quali posso raccontare le emozioni che la vita mi regala. Tutto questo ovviamente nel mio ideale di scenario perfetto. Spesso necessità lavorative non sempre si coniugano a questo mantra.

Qual è la sua foto/video preferita e perché?

In questo momento mi viene in mente il video di Piazza Trevi realizzato con il drone durante il lockdown a Roma. Ero in centro, grazie all’incarico di una testata giornalistica online stavo filmando con la mia telecamera le strade vuote di Roma. Avevo fatto richiesta anche per utilizzare il drone e ne avevo due con me, quello da cinema ed un altro con installata una camera “sperimentale“ super alleggerita per rendere il drone inoffensivo praticamente privo di peso (170g). Arrivato a Piazza Trevi con i miei colleghi, trovai gli operai che stavano ripulendo la fontana, avevamo una finestra di tempo per i permessi stretta e questo imprevisto ci fece ritardare, quindi usai prima il drone da cinema per avere il massimo della qualità video e cogliere la situazione così inusuale della piazza vuota a mezzogiorno. Catturate le immagini necessarie, abbiamo deciso di sfruttare il poco tempo rimasto per fare una ripresa più dinamica con il micro drone.

 

Quando ho rivisto il filmato alcuni dettagli legati a strani riflessi di luce sulla lente mi hanno turbato sulla qualità del risultato portandomi a credere che il video non fosse neanche degno di essere pubblicato. Spinto da commenti positivi dei miei amici ho pubblicato il video comunque sui miei canali. Il video è esploso finendo per essere ricondiviso ovunque. A distanza di poco più di un anno, più lo rivedo e più mi rendo conto di quanto sia significativo per me quel video. È il risultato imperfetto della mia esplorazione di nuovi confini, rappresenta un momento storico mai visto prima. Ho vissuto quei mesi quasi negando a me stesso quello che stava accadendo e solo ora mi rendo conto che ero nel posto giusto al momento giusto.

Nils Astrologo ha un sogno nel cassetto?

La biologia mi piaceva, studiare gli animali mi affascinava. Ma al tempo non avevo la testa per studiare certe materie. Sarebbe bello se in qualche modo il mio lavoro attuale mi avvicinasse di più al mondo animale. Nella vita tante cose che ho desiderato sono arrivate seguendo soltanto il flusso degli eventi. Magari un giorno un regista mi chiamerà per aiutarlo e mi troverò dove quel percorso interrotto di biologia non mi ha portato.


   
Citazione
Condividi: