Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa
itBussolengo

itBussolengo, esempio di comunità generativa

Sono passati poco più di quattro mesi da quando la redazione di itBussolengo ha iniziato la sua avventura. I risultati che abbiamo visto sono andati ben oltre le nostre aspettative. Fin dalla sua nascita, l’obiettivo che ci siamo proposti è stato quello di raccontare la vita del paese grazie all’entusiasmo dei cittadini che lo abitano e l’accoglienza è stata immensa.

Valentina Mericio – coordinatrice di itBussolengo

Poter raccontare di persone che nel loro piccolo fanno qualcosa per cambiare il mondo partendo da poco, in un periodo demoralizzante e difficile sotto ogni punto di vista come l’emergenza sanitaria, porta con sé un significato che va oltre il concetto di narrazione. Trasmettiamo una memoria, qualcosa in cui anche gli italiani all’estero possano riconoscersi e forse è questa la cosa più importante: poter raccontare una storia che coinvolga un’intera comunità.

itBussolengo
Piazza XXVI aprile, sede del municipio di Bussolengo

itBussolengo, la città raccontata dai suoi cittadini

La soddisfazione più grande come redazione è stata senz’altro la possibilità di poter “lasciare la parola” agli stessi cittadini che si sono messi in gioco per raccontarci qualcosa di loro. Non solo le loro passioni, ma anche la loro visione del futuro con le incertezze del periodo. Non sono supereroi, ma persone che a piccoli passi vogliono dare il loro contributo per rendere il paese in cui vivono un posto migliore come Andrea Aiello, agente di polizia municipale che grazie ai social dispensa ai cittadini consigli utili su come districarsi nella “giungla” dei DPCM o come Smilla Savorelli, studentessa di zoologia in Scozia e bravissima pittrice, senza dimenticare la storia di Natalina, una nonna amata da tutti che ha raccontato un mestiere antico ovvero quello della “Scarpolina”.

Inutile dire che le loro storie sono state lette da tantissime persone e sono state condivise ovunque, alcune come quella di Andrea Aiello o Smilla Savorelli hanno attraversato i confini nazionali. Di questo non possiamo che essere orgogliose.

I ringraziamenti

Arriviamo al momento quello più bello ovvero i ringraziamenti. Ringrazio innanzitutto le mie collaboratrici che mi hanno permesso di fare un pezzetto di strada insieme e che settimana dopo settimana hanno scritto degli articoli speciali. Ringrazio Andrea Aiello, Smilla Savorelli, la nonna Natalina e molti altri che si sono raccontati alla nostra community. Infine un grazie a italiani.it per il prezioso supporto e per aver creduto nel progetto itBussolengo.

Subscribe
Notificami
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
4
0
Would love your thoughts, please comment.x