Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forum

[SCOPRI L'ITALIA] L...
 
Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

[SCOPRI L'ITALIA] La Truvatura, un tesoro nascosto sull’Etna


(@domenicot)
Membro Admin
Registrato: 2 anni fa
Post: 480
Topic starter  

https://catania.italiani.it/la-truvatura-un-tesoro-nascosto-sulletna/

La nostra amata Catania è ricca non solo di bellezze architettoniche e naturali, ma anche di tesori preziosi, fatti di oro, gioielli e pietre brillanti. La leggenda della Truvatura è legata a una grotta chiamata “Della femmina e del calzolaio” presente tra l’immensità della nostra Madre Etna.

Truvatura dell’Etna e Pircante, il principio di tutto

Prima di iniziare il racconto fantastico della Truvatura dell’Etna è bene conoscere da dove derivi il nome e come ebbe inizio la storia. “Attruvatura” o “Truvatura” è un vocabolo siciliano che sta a indicare un tesoro dimenticato che è possibile liberare solo grazie a una parola d’ordine prestabilita. È quindi utile ricordare la difficile missione del Pircante (un piccolo gnomo con poteri magici): quella cioè di nascondere prima e poi sorvegliare giorno e notte il bottino affidatogli dagli abitanti del luogo. La Truvatura dell’Etna è, appunto, il tesoro che il popolo siciliano nascose quando giunsero i musulmani. Esiste un detto siciliano “Pari un Pircanti supra a Truvatura” che rivela la grande capacità del Pircante di stare fermo e immobile a sorvegliare il preziosissimo tesoro.

Sicily G1056bc474 1280 
Tra l’immensità di Madre Etna è nascosta la Truvatura.

Come la leggenda della Truvatura ebbe inizio

Si racconta che presso il Monte Santa Maria esista una grotta, chiamata “Della femmina e del Calzolaio”, in cui 24 briganti trovarono riparo insieme al loro bottino. Questi avrebbero rinchiuso all’interno della grotta etnea una donna e un calzolaio con l’arduo compito di proteggere i loro mucchi d’oro. I briganti, usciti dalla grotta, furono catturati dalle guardie e così la donna e il calzolaio morirono di fame intrappolati nella grotta.

Un pastore trova il tesoro!

Un giorno un pastore, mentre pascolava il suo gregge nella zona dell’Etna, scoprì per caso uno strano anello che spuntava da una grossa pietra. Incuriosito tirò il gioiello e magicamente apparve una grotta. Entrando rimase stupefatto! I 24 mucchi d’oro che i briganti avevano nascosto comparvero davanti ai suoi occhi. Travolto dal sentimento di essere diventato ricco, iniziò a racimolare più oro possibile riempiendosi le tasche. Ad un tratto, però, sentì una forte voce femminile dall’interno della grotta: “Viddanu, viddanu, accì ti nni vai e ti porti li dinari?”. Terrorizzato, il pastore scappò via richiudendo con gran fretta la grotta con il grande masso. La donna che era morta durante la rivolta dei briganti si era trasformata in Pircante! Della grotta e della Truvatura dell’Etna non si seppe più nulla.


   
Citazione
Condividi: