[CUCINA ITALIANA] I malloreddus: un primo piatto tipico della Sardegna – Sardegna – Noi Italiani Forum

Shopping cart

close

Nessun prodotto nel carrello.

notification icon
itNoi applicazione
Tutto il meglio di Noi italiani.it sul tuo telefono
Installa

Forum

[CUCINA ITALIANA] I...
 
Condividi:
Notifiche
Cancella tutti

[CUCINA ITALIANA] I malloreddus: un primo piatto tipico della Sardegna


Domenico Tropeano
Post: 480
Admin
Topic starter
(@domenicot)
Membro
Registrato: 1 anno fa

https://cagliari.italiani.it/i-malloreddus-un-primo-piatto-tipico-sardo/

I malloreddus sono un primo piatto tipico sardo che veniva realizzato in casa a mano dalle massaie. Si tratta di un tipo di pasta corta la cui lavorazione prevede la creazione di palline, schiacciate poi contro il ciuliri, un tipico setaccio. La sua origine è da ricercarsi nelle basi dell’alimentazione contadina dell’area mediterranea, basata prevalentemente sulla coltura del grano. Il termine significa vitellini e deriva dalla forma che questa pasta assumeva dopo essere stata schiacciata. Infatti, l’aspetto piccolo e panciuto presente al termine della lavorazione, ricordava ai pastori dell’entroterra, quella di un vitello appena nato.

Download 61744f81e0411 

La lavorazione dei Malloreddus

La lavorazione in ambito domestico avveniva impastando la semola di grano duro con l’acqua. Si venivano a creare delle listarelle arrotolate di pasta della lunghezza di circa 15 cm, tagliate poi a cubetti. Per ottenere la forma rigata venivano pressati contro l’estremità del ciuliri. Mentre per averli lisci bastava schiacciarli contro una semplice base in legno. Nella ricetta storica era presente anche lo zafferano, un altro prodotto tipico della Sardegna. Oggi questo ingrediente non è presente nell’impasto. Questo, per rendere la pasta più “universale” ai diversi condimenti con cui si può cucinare.

Download 1

Una ricetta tipica: i malloreddusu alla compidanese

Questa tipologia di pasta è ancora oggi in gran lunga consumata nel territorio sardo. Essendo un piatto storico dell’isola, è presente nelle più importanti feste, sagre e matrimoni, ma anche nei pasti di tutti i giorni. Può essere presentato con una grande varietà di condimenti. In Sardegna è tradizione mangiarlo con il ragù di salsiccia secondo la ricetta tipica “alla campidanese”.

Ingredienti e preparazione dei malloreddus alla campidanese

  • 350 g di Malloreddus
  • 250 g di Salsiccia fresca
  • 450 g di Pomodori Pelati
  • 1 Cipolla
  • 1 Spicchio di Aglio
  • 3 Foglie di Basilico
  • Pecorino sardo stagionato grattugiato
  • Olio extravergine di Oliva

Per cucinare i malloreddus alla compidanese bisogna innanzitutto far soffriggere cipolla e aglio tritati in un filo di olio. Dopo circa tre minuti bisogna unire la salsiccia sbriciolata e lasciarla rosolare. Dopo qualche minuto, è necessario unire i pomodori pelati e tritati e il basilico, lasciando andare a fuoco lento per un’ora. Quando il sugo sarà quasi pronto, preparare la pasta in una pentola di acqua salata, stando attenti alla cottura. Una volta pronto, scolate i malloreddus e uniteli al sugo di salsiccia direttamente in padella. Mescolate e mantecate bene per amalgamare tutti gli ingredienti e serviteli ancora caldi!

Malloreddus Con Pomodoro,salsiccia E Peperoncino

Altre ricette gustose dei malloreddus

Tipici dell’isola sono anche i “malloreddus a casu furriau”. Tale pietanza è realizzata con il formaggio fuso, ovvero con il pecorino sciolto a bagnomaria insieme a un goccio di latte. Le due pietanze, semplici e saporite, rispecchiano pienamente la cucina genuina, di questa regione. Sono deliziosi pure con condimenti meno ricchi. Per esempio con pomodorino fresco e basilico, con verdure di stagione saltate in padella “alla contadina” o con fagioli, pancetta a dadini e rosmarino.

Condividi: